Casa dell'Ospitalità di Venezia e MestreCasa dell'Ospitalità di Venezia e Mestre

Ripartire da un tetto e da un letto... per arrivare lontano!

 
Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza:
Dottor Francesco Pilli, Direttore della Fondazione.
Tel. 041/958409
francesco.pilli@casaospitalita.it

ACCESSO CIVICO SEMPLICE

 

L’art. 5 comma 1 del D.Lgs. 33/2013 prevede che, nei casi in cui vi sia un obbligo di pubblicazione di documenti, informazioni o dati a carico della pubblica amministrazione e quest’ultima ne ometta la pubblicazione, chiunque ha diritto di richiederli, esercitando il cd. accesso civico “semplice”. La richiesta di accesso civico è gratuita, non va motivata e deve essere presentata alla Fondazione di Partecipazione Casa dell'Ospitalita' nella persona del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza. Il Responsabile per l’evasione delle richieste di accesso civico “semplice” è il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, Direttore della Fondazione di Partecipazione casa dell'Ospitalità, Dott. Francesco Pilli. Nei casi di diniego totale o parziale dell’accesso o di mancata risposta entro il termine di 30 giorni dal deposito dell’istanza, il richiedente può presentare richiesta di riesame al titolare del potere sostitutivo nella persona del Presidente.

Le eventuali richieste vanno presentate utilizzando i seguenti riferimenti:

 

MODELLO PER ACCESSO CIVICO SEMPLICE

  

Informazioni Regolamento europeo 2016/679 per l'accesso civico

 

 

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO  

 

il diritto all’accesso civico generalizzato riguarda la possibilità di accedere a dati, documenti e informazioni detenuti dalle pubbliche amministrazioni e dagli altri enti destinatari dell’obbligo ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria previsti dal d.lgs. n. 33/2013. La legittimazione a esercitare il diritto è riconosciuta a chiunque, a prescindere da un particolare requisito di qualificazione. La richiesta deve consentire all’amministrazione di individuare il dato, il documento o l’informazione; sono pertanto ritenute inammissibili richieste generiche. Nel caso di richiesta relativa a un numero manifestamente irragionevole di documenti, tale da imporre un carico di lavoro in grado di compromettere il buon funzionamento dell’amministrazione, la stessa può ponderare, da un lato, l’interesse all’accesso ai documenti, dall’altro, l’interesse al buon andamento dell’attività amministrativa (Linee guida Agenzia nazionale anticorruzione-Anac su accesso civico generalizzato, paragrafo 4.2). L’esercizio di tale diritto deve svolgersi nel rispetto delle eccezioni e dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati giuridicamente rilevanti (art. 5 bis del d.lgs. n. 33/2013). Il rilascio dei dati da parte dell’amministrazione è gratuito, salvo l’eventuale costo per la riproduzione degli stessi su supporti materiali.

 

MODELLO PER ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO

Designazione RDP Dott.ssa Michela Tibasco

Informazioni: Tel.:+39 338 2101722

e_mail michela.tibasco@retegoasp.it

sito www.retegoasp.it