Casa dell'Ospitalità di Venezia e MestreCasa dell'Ospitalità di Venezia e Mestre

Ripartire da un tetto e da un letto... per arrivare lontano!

I tanto attesi lavori di ristrutturazione sono finalmente cominciati.
A due mesi dall'effettivo inizio del cantiere, procedono gli interventi per rendere la Casa dell'Ospitalità più accogliente.
I lavori prevedono interventi di efficientamento energetico (cappotto, infissi, tetto, fotovoltaico, solare termico), interventi di messa a norma e di riorganizzazione degli spazi (supereremo il concetto delle camerate per realizzare stanze singole per favorire privacy ed autonomia), adeguamento servizi igienici e docce, riorganizzazione dell’area uffici per renderli più idonei alla prima accoglienza (sala d’attesa, sala riunioni/ formazione, ecc.).

https://youtu.be/gSgnNC3_sZs

Siamo in piena fase di cambiamento e di ripensamento, sia organizzativo che strutturale. Desideriamo adeguarci agli standard europei delle più importanti strutture di accoglienza per persone senza dimora: offrire un’ospitalità che sia più adeguata alle esigenze di vita delle persone che si trovano in condizioni di marginalità e di disagio. Non più camerate ma stanze singole/doppie perché davvero chi viene accolto possa avere l’opportunità di ri-partire dalla propria dignità di individuo e tornare, gradualmente, ad una vita autonoma e indipendente.
Ci stiamo affacciando ad un nuovo approccio di accoglienza che prenda in carico la persona nella sua globalità e soprattutto complessità.
Per fare questo stiamo investendo risorse economiche e umane per formarci e abilitarci a strumenti di valutazione specifici dedicati alle persone senza dimora.

Il lavori di ristrutturazione sono iniziati proprio in questi primi giorni di ottobre: la convivenza con il cantiere naturalmente sta provocando qualche disagio soprattutto organizzativo e logistico. Durante il giorno i nostri ospiti più fragili vengono accompagnati presso il casolare, una struttura di nostra proprietà sita sempre a Mestre (Ve), dove le persone possono trascorrere la giornata, facendo alcune attività insieme, pranzando e ritornando poi al dormitorio per la cena e la notte.

Il nuovo assetto organizzativo della Casa dell’Ospitalità è un progetto in cui crediamo molto, perché consentirà davvero un completamento del nostro servizio di ospitalità, un cambiamento importante nella modalità di accoglienza e, di conseguenza, della vita prima all’interno della struttura comunitaria e poi all’esterno nella comunità locale.

Semplicemente ... work in progress.